• lamiacucinaimperfe

RAGU' BOLOGNESE SECONDO LAMIACUCINAIMPERFETTA

Aggiornato il: 5 dic 2020



Ed eccolo qui il classico dei classici...sua maestà il ragù. Un sugo capace di mettere pace anche tra le faide più impetuose. Io vi voglio mostrare la mia versione, molto simile all'originale ma con un tocco più gustoso!


INGREDIENTI

500 gr di carne bovina macinata

250 gr di carne suina macinata

100 gr di guanciale

250 gr di passata di pomodoro

3 cucchiai di concentrato di pomodoro

250 gr di vino bianco

50 gr di cipolla

50 gr di sedano

50 gr di carote

1 lt di acqua

40 gr di latte

olio evo q.b.

Sale e pepe q.b.



PROCEDIMENTO

Iniziate tritando finemente sedano, carota e cipolla e versate il tutto in una pentola capiente con l'olio. Lasciate soffriggere il tutto per circa 10 minuti a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto.

Trascorso il tempo potete unire le due carni e il guanciale tritato al coltello.

Anche qui lasciate cuocere per 10 minuti sempre mescolando in modo da far uscire fuori i succhi, a questo punto potete sfumare con il vino bianco. Una volta che l'alcol sarà evaporato e il fondo sarà tornato asciutto, aggiungete la passata e il concentrato di pomodoro.

Ora aggiustate di sale e pepe e versate il litro di acqua.

Lasciate cuocere a fuoco medio-basso per circa 3-4 ore. Ricordatevi di mescolare ogni tanto in modo da non far attaccare sul fondo il ragù.

A circa mezz'ora dalla fine della cottura versate il latte, regolate di sale e spegnete.


Ora il vostro ragù è pronto per essere mangiato! Io ho scelto una mezza manica ma diciamoci la verità... il ragù sta bene su tutto





Post recenti

Mostra tutti
  • Black Instagram Icon
  • Nero Facebook Icon
  • Black Icon Pinterest

© 2020 Claudia de Nicola.

All rights reserved

SEGUIMI

SCRIVIMI

NEWSLETTER

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 2001.